Crea sito

Premiazioni circuito 2017

Premiazioni circuito 2017

CITTIGLIO, 29 OTTOBRE – Si è tenuto presso l’Albergo-Ristorante la Bussola il galà di Premiazioni del Grand Prix delle Montagne Varesine 2017.

La serata, diretta dai padroni di casa Vittorio Ciresa e Gianluigi Simonetta, ha visto premiati, tra gli intrattenimenti musicali ad opera di Diana Ceriani, gli atleti che si sono resi protagonisti del 2° circuito di gare sulle nostre montagne.

Oltre agli atleti del circuito, sono stati insigniti di premi per i propri meriti sportivi, due atleti varesini, Mario Paonessa e Cristina Gogna.

Mario Paonessa, ha tenuto alto il nome dello sport varesino alla 32ª Marathon de Sable, mentre Cristina Gogna è stata protagonista di un’ottimo quinto posto alle Deaflympics di Samsun (Turchia) con una maratona chiusa in 3h29’15”.

Riconoscimenti sono stati assegnati anche alla Pro Loco di Duno, al Comune di Cuveglio, alla Pro Loco di Sangiano e Pro Loco di Casalzuigno e al Gruppo alpini di Marchirolo.

Tornando alle classifiche del Grand Prix, hanno vestito definitivamente la maglia verde Runners Italia, in quanto leader assoluti della classifica generale, Stefano Schievenin (Insubria SKI Team) e Cristina Clerici (CUS Insubria EOLO).

Premiazioni inoltre, nella nuova classifica a cronometro, per coloro che hanno portato a termine tutte le prove del circuito:

1 Schievanin Stefano Insdubria Ski Team  3h57’16 
2 Dal Bosco Gianluca Atletica 3V  4h01’52 
3 Pegorin renato Verbano  4h02’35 
4 Crisafio fabrizio Atletica 3V  4h05’03 
5 Casu fernando athlon runners  4h26’06 
6 Consonni Ferdinando Atletica 3V  4h47’39 
7 Parolin Ivano Atletica 3V  5h00’12 
8 Bossi Marco Atletica 3V  5h06’57 
9 Casa fabio Runners Varese  5h49’54 
1 Clerici Cristina Cus Insubria  4h12’32 
2 Bellorini Ombretta Atletica 3V  5h35’05 
3 Casa Arianna Runners Varese  

Premiazioni di categoria infine per gli atleti con almeno 3 gare su 5 concluse:

FEMMINILE: F15-Casa Arianna, F25-Benecchi Elena, F30-Magnoni Stefania, F50-Clerici Cristina, Zambon Rita, Bellorini Ombretta

MASCHILE: M35-Schievenin Stefano, Nastari Raffaele, M40-Vinci Damiano, Giacoletto Papas Maurizio, Fiocchi Alberto, Bassetti Giovanni, Riva Luigi, M45-Crisafio Fabrizio, Bossi Marco, Sanese Gabriele, Negrini Gianluca, M50-Mora Maurizio, Dal Bosco Gianluca, Parolin Ivano, Casa Fabio, Galli Ezio, Bellini Ivano, M55-Pegorin Renato, Casu Fernando, Rossi Giovanni, Frendino Pietro, Montichiari Giuseppe, M60-Contini Mauro, Consonni Ferdinando, Munaretto Maurizio, Gramegna Luciano, M65-Morandi Davide

Le premiazioni del GP 2017 il 29 Ottobre

Le premiazioni del GP 2017 il 29 Ottobre

gp delle montagneIl 29 ottobre 2017 presso il ristorante “La Bussola” di Cittiglio, alle ore 19:30 si terrà il galà delle premiazioni del 2° Gran Prix delle Montagna Varesine.

Verranno premiati i leader della classifica generale M/F, le maglie verdi “Runners Italia” del circuito.

Saranno premiati tutti gli atleti che hanno corso almeno 3 prove (in base alla classifica di categoria), poi saranno premiati nella classifica a cronometro coloro che hanno partecipato a tutte le prove.

Nell’occasione verranno premiati anche due atleti Varesini che si sono distinti nell’arco del 2017.

Ad intrattenere i presenti ci sarà la musica di Diana Ceriani e altre novità.

Prima Chrono San Martino ad Andrea Biotti

Prima Chrono San Martino ad Andrea Biotti

andrea biotti san martinoLa prima Chrono San Martino, cronoscalata da Voldomino alla chiesa di San Martino ha avuto domenica i suoi primi vincitori.

Andrea Biotti è stato il re indiscusso della gara di skyrunning, con il tempo di 17’09”, quasi un minuto in meno del secondo classificato Luca Speroni. Terza piazza per Alessandro Losa, vincitore delle due ultime tappe del Gran Prix delle Montagne varesine.

podio femminile san martinoAl femminile invece il successo è andato a Elisa Masciocchi, che ha preceduto nell’ordine Elena Benecchi e Ombretta Bellorini.

Gara fortunata quella del luinese, che ha visto risplendere il sole dopo la pioggia del giorno precedente, che ha reso il tracciato ancora più duro, ma forse più accattivante per gli appassionati della corsa in montagna.

Ci auguriamo, da amanti della montagna, che la corsa organizzata da Fabrizio Luglio sia la prima edizione di una lunga serie, con magari qualche sorpresa per il prossimo anno.

 

Dolce ,impervia , affascinante, ruvida, dura, accattivante, aspra , accogliente, tutte parole che si possono dire per descrivere la montagna, un mixer di emozioni di tanti colori che si intrecciano tra la folta vegetazione, rumore di pietre calpestate al passaggio di un camminatore o un atleta in cerca di chi sa quale gloria. Un bicchiere di the caldo o un frutto ancora bagnato dalla rugiada mattutina che sovrasta la valle sottostante. Lo sfondo del lago Maggiore con le sue montagne a completare il quadro straordinario della natura. L’ultimo tocco, lo regala il sorgere del giorno da una giornata preannunciata umida . Il sole fa capolino tra le vette delle prealpi e si fa strada tra le nuvole per salutare chi, oggi, in un solo fiato raggiunge la chiesetta di San Martino (Montegrino). Cosa di più spettacolare ci può regalare la montagna oltre i colori, i suoni, i sapori, tanta gioia,  per una domenica di metà settembre?

Vittorio Ciresa

Classifica Cronoscalata San Martino

1^ Chrono scalata di San Martino

1^ Chrono scalata di San Martino

Domenica 17 settembre c’è la Chrono scalata di San Martino, organizzata in collaborazione con “Gent da Vuldomen”, in occasione di “Vuldomen Beer”

chrono di san martinoSegnaliamo la 1a Chrono scalata San Martino, gara di skyrunning, non competitiva, aperta a tutti, tesserati e runner amatoriali.

Ci auguriamo che la competizione abbia un buon riscontro di partecipazioni, nella speranza di poter avviare una collaborazione per l’inserimento di questa cronoscalata nel circuito del Gran Prix 2018.

Il percorso, studiato per permettere anche ai neofiti di poter partecipare in totale sicurezza, si sviluppa su 2700 metri, con un dislivello di oltre 300m lungo il sentiero che da Luino porta alla chiesa di San Martino, nel comune di Montegrino.

La partenza è prevista per le 9:30 di domenica 17 settembre da Luino, frazione di Voldomino, in via Gorizia 48.

Sarà possibile iscriversi a partire dalle 7:30 di domenica. I partecipanti riceveranno pettorale, copia gratuita del quotidiano “La Provincia di Varese” ed un premi chrono san martinobuono del valore di € 5,00 da utilizzare presso la “Vuldomen Beer”, la festa della birra organizzata in collaborazione con Gent da Vuldomen.

La gara prevede premi per i primi 6 uomini e le prime 6 donne e per la squadra più numerosa. Al primo e alla prima classificati andranno occhiali da trail running di Bollè, oltre all’iscrizione gratuita al “Lago Maggiore International trail 2018” e a buoni spesa del valore di € 100,00.

Le premiazioni avverranno presso la “Vuldomen Beer”, nel parcheggio dell’ex Pretura (via Asmara 56).

Per maggiori informazioni è possibile contattare Fabrizio Luglio al 347 2989019, inviargli una mail a luglio1970@gmail.com o consultare la Pagina Facebook della manifestazione sportiva.

Il ricavato della manifestazione verrà devoluto ad associazioni ONLUS locali.

Stefano Schievenin racconta…

Stefano Schievenin racconta…

Ho avuto culo. Poco da dire. Certo ci ho messo del mio ovvero costanza, sacrificio ed impegno ma ho avuto tanto culo. Ci vuole anche culo lo sappiamo ma in questo caso ne ho avuto molto

Stefano Schievenin

Riportiamo l’articolo del blog dell’Insubria Sky Team con il riassunto del GP da parte del proprio atleta, vincitore del circuito, Stefano Schievenin.

“Vengo a conoscenza dell’esistenza di questo circuito tramite Facebook nel corso del 2016 grazie ad un “mi piace” lasciato su post di Vittorio Ciresa. Appena indago mi prometto di pianificarlo nel 2017 perché sicuro che mi permetta di conoscere qualche nuovo luogo della Provincia di Varese”.
Detto fatto.
Nel 2017 attendo il calendario organizzato da Vittorio Ciresa e dall’Atletica 3v e pianifico le mie gare dell’anno in funzione del circuito segno che tengo al risultato. Guardando le classifiche 2016 noto che il parterre di atleti che hanno partecipato era di tutto rispetto quindi fisso il mio obiettivo ovvero vincere il premio di categoria M35.
Il circuito non è molto pubblicizzato ma conoscendo Vittorio so che l’organizzazione dello stesso non sarà lasciata al caso e così sarà.

La prima tappa mi porta in quel di Cuveglio per la cronoscalata di S. Anna detta “La Brevissima” e già lì capisco di aver scelto bene. Scopro infatti la zona di S. Anna, il relativo grotto/ristorante, la chiesetta con via crucis e la mulattiera che porta fino a Duno. Cronoscalata di circa 2 km e 300m d+. Una cosa semplice ma non per me che sbaglio percorso e allungo di circa 400m per chiudere sesto. Rimango ben impressionato da Duno e dal paesaggio che si offre innanzi a me ma lascio la montagna con un po’ di nervoso per l’errore commesso.

insubria sky team marchiroloSeconda tappa: Giro dei 3 Campanili a Marchirolo. Non conosco l’esistenza di questo paese e ne rimango subito affascinato. Sembra di stare in un altro mondo, tranquillità, silenzio. Boh. Mi chiedo come possano esistere queste realtà senza andare chissà dove. Da visitare la chiesetta di San Paolo sul costone sopra il paese. Il giorno prima ho corso la Resegup 2017 chiusa in poco più di 3h ma nonostante questo mi presento al via stanco e ammaccato grazie alle rovinose cadute del giorno prima. Non posso pretendere molto. Inoltre il livello dei concorrenti risultava essere piuttosto alto e chiudo diciasettesimo. Va bene così contento del mio buon recupero e dalle buone sensazioni complessive.

stefano schievenin pozzo pianoTerza tappa: Giro del pozzo piano a Vararo. Conosco questa località ma è sempre un gran piacere tornarci visto il verde che la circonda e la tranquillità che regna in questo luogo. Familiarizzo per la prima volta col Monte Nudo e lo apprezzo in salita, rivedo il passo del Cuviglione e i Pizzoni appena intravisti. Il giorno prima non ho compiuto grandi sforzi e corro bene chiudendo quinto appena dopo atleti di ottimo livello.

Quarta tappa a Casalzuigno per il Giro del Perin, credo, la tappa più dura: salita sino ad Arcumeggia e oltre per quasi 16km e 500m d+. Anche in questo caso spingo al massimo e porto a casa un buon quinto piazzamento ed inizio a pensare alla classifica finale non più di categoria ma assoluta perché risulto primo in classifica generale a punti. Tengo però un profilo basso perché consapevole del valore degli atleti iscritti al circuito.

stefano schievenin giro del picuzUltima e decisiva tappa: Giro del Picuz, paesaggisticamente parlando la più figa: raggiungendo la chiesa di San Clemente, in Sangiano, si ha una visuale per me completamente inusuale sul lago maggiore, in quanto lo si apprezza a mezza altezza a circa 300m. Panorama da gustare e per il quale tornerò certamente. Purtroppo il giorno prima avevo in programma l’ultima gara di XC in MTB nel circuito Valli Varesine (e dove altrimenti se non in Provincia?) dove sto lottando per posizionarmi nei primi 10 della classifica di categoria (obiettivo di inizio stagione). Sono settimo prima della partenza ma c’è il rischio degli scarti quindi sono indeciso se spingere tanto o poco visto che, il giorno dopo, ho l’impegno di corsa in montagna durante il quale mi sarei giocato il primato nella classifica generale. Decido di star tranquillo con la MTB controllando la prestazione. Ma in gara ti sale sempre l’”acido in testa” e con la MTB è ancora peggio rispetto alla corsa a piedi. Spingo e non mi risparmio. Arrivo ottavo di categoria e alla fine mantengo il mio settimo posto. Bene!
Il giorno successivo arrivo a Sangiano consapevole dello sforzo compiuto appena il giorno prima. Il primo km su asfalto pianeggiante non lo sento ma alla prima salita vera constato che le gambe non hanno la solita spinta. Cerco di controllare e spingo più che posso concludendo decimo. Visto il risultato credo di essere recuperato e superato da altri avversari in classifica invece vinco il circuito: primo nella classifica generale a punti, primo nella classifica generale a tempo e primo di categoria.
In conclusione ritengo di essere stato molto fortunato visto che alcuni atleti di spicco non si sono iscritti, altri non erano al top della condizione e altri ancora non hanno avuto modo di partecipare a tutte le gare del circuito.
gran prix montagne varesine schieveninIo ho vinto, vero, ma sono consapevole che ci sono atleti più forti di me. Mi godo il momento come giusto che sia nel ricordo dei fantastici posti conosciuti e apprezzati. Ringrazio l’Atletica3V e Vittorio Ciresa per aver permesso a tutti noi di correre in questi fantastici posti, di aver pulito e segnato i sentieri e per la passione che ci mette. Grazie a tutte le associazioni locali per i ristori e le premiazioni. Grazie a tutti gli amici con i quali ho condiviso momenti di fatica e momenti di piacere prima e dopo le gare. Grazie anche a Dio che non mi sono mai fatto male. Mi raccomando la Provincia di Varese offre tanto, “forse” manca il mare, ma per il resto c’è veramente tutto e deve essere solo scoperta!”

FONTE: http://www.traildibozz.it/wp/2017/09/12/iskyt-al-gpx-montagne-varesine-schievenin-primo/

2° Giro del Picuz

2° Giro del Picuz

Seconda edizione per il Giro del Picuz, la gara di corsa in montagna con partenza dall’abitato di Sangiano.

raimondi giacoletto giro del picuzAnche per questa edizione il meteo non è stato clemente, e ha rovesciato secchiate d’acqua sul percorso, dando tuttavia tregua agli atleti durante la gara.

Alla partenza, è Antonio Rondinelli a tentare di metter il gruppo alla frusta, con una sua consueta partenza sprint.  Alessandro Losa, già vincitore al Giro del Perim,  si è subito fatto sotto e successivamente avvantaggiato nel tratto in piano. Il forte atleta del GS Bognanco ha raccolto una decina di secondi di vantaggio che poi ha mantenuto per tutto il resto della gara sul più diretto inseguitore, Matteo Raimondi.

Dopo 1 km di asfalto, la strada piega verso la montagna, con tratti molto ripidi e impegnativi che variano di fondale. classifica maschile giro del picuzBitume, cementino, sentiero, mulattiera e un ultimo tratto a scalini di terra conducono fin alla chiesetta del San Clemente.

Il primo a scollinare è stato proprio Losa con 15 secondi sull’indomito Raimondi. A 40-45 secondi un gruppetto comandato da Giacoletto (ex Maglia Verde Runners Italia), comprendente anche Bordanzi e Rodari.

A seguire, un Maurizio Mora stranamente un po’ in difficoltà.

Un alternanza di saliscendi, seguita da un’ultimo tratto di salita vera non cambia l’ordine della testa della corsa prima di piegare in picchiata di ritorno verso Sangiano.

Il ritorno sull’ultimo tratto di asfalto fa rallentare un po’ gli apripista a causa del fondo reso scivoloso da fogliame bagnato, prima della volata finale dove Losa è il primo a transitare sotto al gonfiabile dopo la bella battaglia con Raimondi.

Dietro di loro, la lotta per il terzo gradino del podio tra Rodari e Giacoletto, fin quasi sull’arrivo, vede quest’ultimo transitare con una manciata di secondi di vantaggio. Mora recupera qualche posizione in discesa e conclude quinto.

Tra le donne ad avere la meglio è invece Cristina Clerici (CUS Insubria), che fa en plein dopo le vittorie nelle precedenti tappe. Dietro di lei Elena Benecchi (Libertas Forno) conferma la seconda piazza anche in classifica generale. A seguire Ombretta Bellorini e Arianna Casa.

stefano schievenin giro del picuzCol giro del Picuz si conclude anche il circuito del Gran Prix delle Montagne Varesine, che assegna quindi definitivamente la Maglia Verde Runners Italia di leader.

A trionfare nel circuito, grazie alla prova odierna, è stato Stefano Schievenin, forte trailer dell’Insubria Sky Team, che ha preceduto nella classifica a punti Gianluca Dal Bosco (Atletica 3V).

Schievenin oltre che nella classifica a punti è risultato vincitore anche nella classifica finale a cronometro.

 

Qui il racconto di Matteo Raimondi

Qui le foto della giornata

2° Giro del Picuz – Classifica

2° Giro del Picuz – Classifica

2° Giro del Picuz, Sangiano 10/9/2017, Classifica Generale

Pos. Pett. Atleta Società Cat. Tempo
1 92 Losa Alessandro G.S. Bognanco M 36’51
2 80 Raimondi Matteo Atl. Palzola M 37’12
3 29 Giacoletto Papas Maurizio Libertas Forno M 38’25
4 115 Rodari Matteo Libero M 38’32
5 18 Mora Maurizio Atletica Verbano M 39’03
6 19 Dal Bosco Gianluca Atletica 3V M 39’34
7 51 Bordanzi Stefano Marathon Max M 39’57
8 98 Fiocchi Alberto Atl. 3V M 40’04
9 39 Rega Virgiglio Atl. Verbano M 40’39
10 167 Schievanin Stefano Insubria Ski Team M 40’50
11 40 Pozzi Enrico Atl. Gavirate M 40’58
12 130 Covella Vito Atletica 3v M 40’59
13 7 Crisafio fabrizio Atletica 3v M 41’23
14 94 Longhi Davide Marciranners M 41’35
15 95 Bianchina Alessandro Whirlpool M 41’36
16 72 Rondinelli Antonio Marathon Max M 42’13
17 28 Pegorin Renato Atletica Verbano M 43’07
18 10 Clerici Cristina CUS Insubria F 44’35
19 122 Contini Simone Libero M 44’52
20 134 Kucera Jan Ceca M 45’35
21 1 Casu fernando athlon runners M 46’00
22 17 Vinci Damiano La Fornace Albizzate M 46’45
23 125 Debastiani Matteo Libero M 47’10
24 114 Malagutti Alessandro Atlhon Ranners M 47’19
25 102 Ceroni Giovanni Atletica 3v M 47’20
26 34 Contini Mauro Atletica 3V M 48’20
27 65 Marconato Moreno Atl. San Marco B. M 49’29
28 12 Bossi Marco Atletica 3V M 49’33
29 36 Sanese Gabriele Atletica 3V M 49’40
30 9 Montichiari Giuseppe Atletica Verbano M 49’46
31 30 Benecchi Elena Libertas Forno F 49’48
32 13 Consonni Ferdinando Atletica 3V M 49’56
33 27 Gramegna Luciano Atletica Verbano M 49’57
34 11 Parolin Ivano Atletica 3V M 50’10
35 25 Cellina Alessio Atletica Verbano M 50’14
36 110 Fendoni Roberto Libero M 50’29
37 32 Rossi Giovanni  Banca Pop. Milano M 51’49
38 99 Bassetti Giovanni Atletica 3v M 52’35
39 97 Mascetti Claudio Atletica 3v M 54’30
40 24 Bellorini Ombretta Atletica 3V F 58’01
41 121 Magistri Fiorenzo Libero M 1h01’55
42 119 Mascetti Giuseppe Libero M 1h04’35
43 22 Galli Ezio OTC Como M 1h07’07
44 111 Donghi Eugenio A.D. Marciacaratesi M 1h09’55
45 70 Fasani Massimo Ranner Varese M 1h10’01
46 129 Berne Luciano Caravate M 1h10’05
47 14 Casa Arianna Runner Varese F 1h24’20
48 15 Casa fabio Runners varese M 1h24’20
49 58 Rossi Annina Libera F 1h55’10
50 59 Pedrono Marilena Libera F 2h01’02
51 61 Effigiati Giulio Libero M 2h01’03
52 47 Reggiori Anna Libera F 2h01’04

Tutto pronto per il 2° Giro del Picuz

Tutto pronto per il 2° Giro del Picuz

Domenica 10 Settembre torna il Giro del Picuz per la sua seconda edizione, ultima tappa del Gran Prix delle Montagne varesine 2017, grazie all’organizzazione della Proloco di Sangiano in collaborazione con l’Atletica 3V.2° Giro del Picuz

La tappa di Sangiano deciderà la classifica del circuito, dove Stefano Schievenin (Insubria Sky Team) e Renato Pegorin (Atletica Verbano) sono appaiati ex-aequo in vetta, seguiti a soli 3 punti dal Gianluca Dal Bosco dell’Atletica 3V.

Per quanto riguarda la classifica femminile invece è già tutto deciso con Cristina Clerici (CUS Insubria) pronta per la passerella d’onore all’ombra del Picuz con indosso la Maglia Verde Runners Italia, destinata ai leader di classifica.Picuz - Sangiano

L’anno passato furono Maurizio Mora e Angiola Conte a trionfare su questi sentieri, sotto la pioggia, in una giornata prettamente autunnale.

Ricordiamo che le iscrizioni alla tappa di giornata sono aperte a tutti i runners desiderosi di cimentarsi su uno dei bellissimi percorsi di montagna delle nostre prealpi.

 

9° Giro del Perim

9° Giro del Perim

Domenica 13 Agosto, in pieno periodo di ferie, è tornato per la nona volta il Giro del Perim a impegnare i muscoli degli irriducibili amanti della corsa in montagna.

Premiazioni maschili giro del PerimDopo la settimana travagliata dal punto di vista metereologico, il sole ha baciato le nostre prealpi incorniciando il verde dei pendi con una pennellatta d’un azzurro degno del cavaliere ritratto da Kandinskij.

110 iscritti non si sono lasciati intimorire dalle salite durissime e dalle tecniche discese tra pietraie e single track. I runners hanno animato i sentieri che da Casalzuigno portano all’Alpe Perino transitando per il borgo di Arcumeggia.

La gara è stata vinta da Alessandro Losa, del GS Bognanco, che ha preceduto nell’ordine Matteo Raimondi (Atl.Palzola) e Maurizio Mora (Atl.Verbano).

Premiazioni finali giro del PerimTra le donne, invece, ha spuntarla è stata Cristina Clerici (CUS Insubria). La leader generale ha avuto la meglio in volata su Elisa Pallini (Altitud Race), mentre terza è giunta Elena Soffia (Maratoneti Cassano Magnago).

La Clerici, con questa vittoria si aggiudica matematicamente la maglia verde “Runners Italia” di leader finale del circuito. Nella classifica maschile, invece,Renato Pegorin e Stefano Schievenin conducono ex-aequo. La classifica generale si deciderà quindi nell’ultima tappa di Sangiano (Giro del Picuz).

 

Classifica di tappa

Fotogallery