Crea sito

Classifica a tempo 2018

Classifica a tempo 2018

CLASSIFICA GENERALE A SOMMA DI TEMPI DEL CIRCUITO GRAND PRIX MONTAGNE VARESINE 2018

NOME SOCIETA’ LAV. GAV. CUV. MARC. VAR. MASC. CASALZ. SANG. LUINO MACC. TOT
Lorello Ivan Nuova Atletica Samverga 0:44:23 0:42:46 0:25:33 0:57:51 0:53:21 0:32:24 1:16:01 0:36:22 0:20:10 1:04:24 7:33:15
Casu Fernando athlon runners 0:56:05 0:50:17 0:29:55 1:06:24 1:00:09 0:41:40 1:40:32 0:43:31 0:24:42 1:22:03 9:15:18
Contini Mauro Atletica 3V 0:51:40 0:52:13 0:28:54 1:30:50 1:35:00 0:53:10 2:30:00 0:44:50 0:23:50 1:15:46 11:06:13

Da Col doma il Sasso del Ferro, il cibianese primo in vetta

Da Col doma il Sasso del Ferro, il cibianese primo in vetta

Laveno, 21 Aprile – Manuel Da Col, portabandiera del Team Scott, ha raggiunto per primo la vetta nella seconda edizione del VIBRAM Vertikal Sass de Fer.

manuel da col sass de ferL’atleta di Cibiana di Cadore (Belluno), ha avuto la meglio sull’agguerrita concorrenza dopo una partenza sprint, e una prima parte di ascesa condotta a ritmi forsennati da Roberto Delorenzi, già vincitore della passata edizione.

La gara si sviluppava dalla partenza sulle sponde del lago (situata nella zona pedonale della cittadina del Varesotto) lungo un percorso di poco più di tre chilometri con 900D+, per raggiungere il traguardo posto in vetta al Sasso del Ferro, dove Da Col è transitato in 33’09”.

La seconda piazza è andata allo specialista di trail running Stefano Rinaldi (Eolo Team), mentre il gradino più basso del podio è stato occupato da Daniele Frattalini, seguito in quarta posizione da Gabriele Poggi (Cambiaso Risso Running) primo classificato tra gli iscritti al circuito, e quindi maglia verde in questa prima tappa. Roberto Delorenzi del Team Vibram ha ottenuto invece la quinta posizione.

La gara femminile è invece stata appannaggio della bergamasca del team Valetudo-Serim Maria Eugenia Rossi che ha concluso la sua prova in 47’23” con 1’21” di vantaggio sull’esperta Giovanna Cerutti. Loredana Strozzi degli Amatori Atletica Casorate ha completato il podio femminile. Quarto posto per Elisa Masciocchi, mentre la quinta piazza è andata a Sabina Bacinelli.

Il serpentone di runners che si è snodato lungo i tornanti al di sotto della funivia ha visto ben 189 atleti (sui 220 iscritti) portare a termine la gara passando dal Poggio Sant’Elsa, (spiazzo belvedere dove si trova il ristorante) per poi raggiungere la vetta del Sasso del Ferro a quota 1062 metri.

team 3 gambe sasso del ferroPresente alla manifestazione organizzata dal 100% Anima Trail anche il Team 3 Gambe, costituito da Moreno Pesce, Heros Marai e Giuliano Mancini. Hanno gareggiato con loro anche Michele Maggioni e Constantin Bostan (tutti e 5 atleti dotati di arto artificiale) che hanno scalato l’intero percorso col sostegno morale di Gildo Checchin e Simona Lo Cane.

Il team è stato premiato col trofeo “Uomo con le Ali”, realizzato in memoria di Oliviero Bellinzani, scalatore di Orino capace di affrontare ben 1131 vette nonostante fosse privo di una gamba.

Un piccolo fuori programma si è avuto al traguardo in vetta alla montagna, quando un podista è stato male all’arrivo, perdendo i sensi. Il pronto intervento di alcuni atleti, infermieri di professione, ha permesso di aver i primi immediati soccorsi.

Pronto anche l’intervento del personale UST (munito anche di defibrillatore), che constatando il perpetuarsi dello stato di incoscienza dell’atleta ha rischiesto l’intervento dell’elisoccorso (vista l’impraticabilità ad altri mezzi del luogo dell’incidente).

Comunicato stampa presentazione Vertikal VIBRAM Sass de Fer 2018

Comunicato stampa presentazione Vertikal VIBRAM Sass de Fer 2018

Il 21 aprile a Laveno, sulla riva orientale del Lago Maggiore, si svolgerà la seconda edizione del primo Vertikal Trail Running di Varese, organizzato da ASD 100% Anima Trail con la collaborazione delle Funivie Lago Maggiore. L’evento sponsorizzato da Vibram e sostenuto da Varese Sport Commission,e N&W Curve, fa parte del Grand Prix delle montagne varesine a sua volta sponsorizzato da Fast&Up e Eolo.

Una gara agonistica di specialità Vertical Trail, che vedrà atleti della provincia, ma non solo, misurarsi in una salita tra le più intense e spettacolari: 3500 metri di percorso, una prima parte attraverso il centro abitato di Laveno, poi su dritti fino alla cima del Sasso del Ferro (1062 m s.l.m.) seguendo i piloni della famosa funivia, per un totale di 900 metri di dislivello no stop.  Una competizione che lascerà senza fiato anche i più preparati.

I pettorali disponibili sono 200 e si potranno ritirare il giorno della gara dalle 12 alle 14 in via Labiena. La partenza è prevista per le ore 15. Ogni partecipante riceverà a fine gara un pacco omaggio con un gadget Vibram e Fast&Up, un buono ‘Pasta Party’ e un buono per il rientro in funivia. Gli accompagnatori degli atleti potranno salire in funivia fino alla cima del Sasso del Ferro, acquistando un biglietto a prezzo convenzionato presso la biglietteria di partenza in via Don C. Tinelli, 15. Alla fine della gara ci sarà un Pasta Party al Ristorante Funivia dotato di un salone interno con vetrata panoramica sul Lago Maggiore.  Le iscrizioni sono aperte sul sito: www.100x100animatrail.it

L’anno scorso partecipò alla competizione anche il Super Atleta Constantin Bostan, che nonostante l’amputazione transtibiale, completò la gara raggiungendo la vetta. Quest’anno lo rivedremo ripetere l’impresa insieme ai Super Atleti del Team 3Gambe capitanati da Moreno Pesce (amputato transfemorale) e a Heros Marai, Michele Maggioni, Manuel Trebbi (amputati transtibiali). I super atleti affronteranno la Vertikal Trail Running forti delle parole del grande Oliviero Bellinzani, l’Uomo con le Ali che conquistò 1131 vette con una sola gamba:

Se si vuole ottenere molto bisogna essere disposti a pagare molto, soltanto così è possibile entrare dentro le cose, oltre l’apparenza, fino a viverle, a sentirle come proprie, persi in una dimensione atemporale. È l’infinito che irrompe, pretende il suo spazio e da piccola parte di un mondo a noi esterno, d’un canto ci si ritrova partecipi di un tutto, tanto da poter avvolgere in un unico abbraccio l’universo intero” “Ogni cima raggiunta non è una conquista, ma il coronamento di un atto d’amore”.

Oliviero Bellinzani, nato a Brenta, paese a pochi chilometri da Laveno, fece delle montagne della Valcuvia, dal Sasso del Ferro, al Monte Nudo, fino al Campo dei Fiori, la sua casa. L’organizzazione a partire da quest’anno, conferirà un premio speciale in sua memoria a chi nell’anno precedente si è distinto divulgando un messaggio positivo con le azioni che ha compiuto. Il direttivo individuerà un atleta o un gruppo di atleti che verrà premiato a fine gara, indipendentemente dal piazzamento. Scelta importante per mantenere alta la memoria di un uomo che ha dimostrato con le sue imprese, che il limite è prima nella mente e poi nel corpo.

ISCRIZIONI & INFO GARA —> QUI