Crea sito

Gabriele Poggi è il vincitore della 10ª I Tre Campanili di Marchirolo

Marchirolo, 17 Giugno – L’uomo delle sabbie ha dimostrato di cavarsela sempre egregiamente anche tra i suoi boschi oltre che nei deserti che ogni anno ama sfidare per le ultramaratone a tappe. Mario Paonessa ha infatti gestito impeccabilmente anche l’organizzazione della decima edizione della I Tre Campanili, gara promossa dall’Atletica Verbano e dal gruppo alpini di Marchirolo e facente parte per il secondo anno del Gran Prix delle Montagne Varesine.

La gara competitiva di dieci chilometri e mezzo non è stata l’unica competizione di giornata, in quanto la Tre Campanili è anche l’occasione per una giornata di festa indirizzata a tutte le famiglie. Infatti era prevista anche una family run di circa 3 km, meno impegnativa della skyrace principale.

Il percorso disegnato da Paonessa prevedeva come negli anni passati una prima parte di lancio (non certo piatta, trattandosi pur sempre di una gara di corsa in montagna) tra le vie del paese, per poi affrontare la scalinata che conduce alla chiesa di San Martino e da li finalmente iniziare la lunga ascesa al monte La Nave. Il passaggio sulla balconata che ospita la chiesetta di San Paolo, dove era posizionato il ristoro, concede un attimo di respiro agli atleti prima dell’ultimo sforzo per raggiungere il gran premio della montagna.

A scollinare per primo è Gabriele Poggi, seguito da Alessandro Losa e Stefano Bordanzi, tra le donne invece è Elena Soffia a precedere le avversarie.

podio-maschile-marchirolo-2018Dal traguardo intermedio inizia la lunga discesa tecnica che porta i runners al traguardo di piazza Borasio. Qui l’esperienza di corsa sui sentieri di montagna fa la differenza e la classifica viene rigirata come un calzino con atleti che perdono decine di posizioni, come avviene ad esempio in campo maschile con Bordanzi che da terzo uomo a scollinare si ritroverà ventesimo al termine della gara. In ambito femminile è invece Stefania Magnoni a fare la differenza in discesa, con diverse posizioni guadagnate, tanto da portarsi alle spalle della sola Soffia prima dell’ultimo cambio di pendenza, dove l’esperta Fornasa (a podio di recente ai campionati mondiali corsa in montagna di Zelezniki, in Slovenia), riguadagna la seconda posizione.

Al termine dell’ultimo breve tratto di asfalto in paese, a transitare per primo sotto al gonfiabile del traguardo coi colori della Fast&UP, sponsor del circuito, è Gabriele Poggi della Cambiaso Risso di Genova in 52’40 seguito da Alessandro Losa dell’ASD Bognanco. Terzo posto per il vincitore della passata edizione, Salah Argoub, portacolori dell’Atletica Gavirate.

podio femminile i tre campaniliTra le donne a tagliare per prima il traguardo dopo una cavalcata solitaria è invece Elena Soffia dei Maratoneti Cassano Magnago in 1h08’04”. Alle sue spalle, Caterina Fornasa dell’Atletica Verbano, che chiude in 1h14’42”. Terza piazza di giornata per Stefania Magnoni, portacolori degli Amatori Atletica Casorate, a soli 19″ dalla Fornasa.

 

Al termine della gara numerose premiazioni con i primi 10 atleti della classifica maschile e le prime 5 donne al traguardo, i primi tre alpini e i primi della varie categorie giovanili.

Qui la classifica completa